Sei in: Home
Sabato, 18 Nov 2017

AL VIA IL TENTATIVO OBBLIGATORIO DI CONCILIAZIONE PER LE CONTROVERSIE CONDOMINIALI E IN MATERIA DI R.C.A.

E-mail Stampa PDF

 

AL VIA IL TENTATIVO OBBLIGATORIO DI CONCILIAZIONE PER LE CONTROVERSIE CONDOMINIALI E IN MATERIA DI R.C.A.

Il 20 marzo 2012 è entrato in vigore il regime dell’obbligatorietà del tentativo di conciliazione anche per le controversie in materia condominiale e di risarcimento del danno da circolazione stradale e dei natanti, rinviato di dodici mesi rispetto alle altre numerose materie indicate nell’art. 5 del decreto legislativo 28/2010, al fine di consentire una graduale applicazione dell’istituto. Si prevede pertanto un importante incremento dei procedimenti di mediazione, considerato che, secondo quanto risulta dalle statistiche pubblicate dal Ministero della Giustizia, circa un terzo dei giudizi pendenti nell’anno 2010 avanti il giudice di pace riguardavano controversie in materia di responsabilità civile automobilistica. Per il distretto di Lecce, in particolare, i procedimenti avviati nell’anno 2010 in materia di r.c.a risultano essere 16.111 e quelli definiti 14.256, dati davvero rilevanti rispetto alla quasi totalità delle altre realtà giudiziarie territoriali. Sarà pertanto fondamentale l’atteggiamento delle Compagnie di Assicurazione nei confronti dell’istituto della mediazione che, se ispirato a disponibilità al negoziato e sorretto da adeguata preparazione in relazione al nuovo strumento, consentirà la soluzione in mediazione di un cospicuo numero di controversie. Parimenti interessante l’applicazione della nuova disciplina alle controversie condominiali, spesso caratterizzate dalla presenza di numerose parti al tavolo della mediazione e da un elevatissimo tasso di conflittualità tra le stesse e che pertanto costituiranno un significativo banco di prova per la professionalità e la preparazione dei mediatori, impegnati anche nel compito non secondario (ed, anzi, primario, nell’ottica della “cultura della mediazione”) di contribuire al recupero di rapporti umani positivi fra i contendenti.